LETAC (Serbia)


Letač – Il suo interesse per i fumetti nasce fin da ragazzo quando incomincia a collezionare libri e album dei suoi personaggi preferiti fra cui si trovano Alan Ford e MaxMagnus. L'interesse per la musica inizia parallelamente a quello per i fumetti. Fra gli anni ottanta e novanta sembra addirittura predominante: è infatti l'ambiente musicale punk ad avvicinarlo al disegno, ai fumetti e alle altre forme espressive visive. A scuola forma la prima band punk Medeno Srce poi The sons of the Daun, per approdare al gruppo definitivo di computer-punk music NUP (Napred u Proslost) il cui primo demo viene registrato nel 1985 mentre l'ultimo Cd è del 2005 dal titolo 20 Year, so what?  Scrive, promuove, collabora con altre band della scena alternativa yugoslava e concentra molte sue attività alla creazione di AKK (Alternative Culture Center) centro promotore di workshop dedicati alla musica come al fumetto. All'inizio degli anni Ottanta inizia a interessarsi alle fanzine disegnando piccole strisce, fotocopiandole e promuovendole. Negli anni novanta frequenta Kuhinja (La cucina), il workshop per fumettisti che Aleksandar Zograf teneva settimanalmente nel suo appartamento di Pancevo, cittadina fuori Belgrado, proprio al tavolo della cucina. Iniziato nel 1999, Kuhinja è diventata poi una rivista, promossa dal Centro culturale di Pancevo, e un gruppo musicale i cui Cd contengono anche le illustrazioni delle canzoni. Nel 1999 si auto-produce War Diary in Comics, un diario a fumetti che raccoglie i fatti e le storie successe durante i suoi 47 giorni da soldato sotto i bombardamenti Nato sulla Serbia. War Diary viene successivamente presentato sulle pagine di “Warburger”, un'edizione speciale della slovena “Stripburger”, una delle più importanti e prestigiose riviste di fumetto alternativo d'Europa, e in mostra nel 2003 in Italia a Spilimbergo, all'interno di “Fax for peace – Fax for tolerance”. Con la collaborazione del Kulturbrunt di Pancevo, prodotto da NVO Alternative culture club, nel 2000 pubblica The other side of conciousness, un libro a due volumi ambientato per metà in Serbia, a casa della moglie, e per metà a Temishvar in Romania ospite di un amico. Nel 2002 lavora a Neighborhood disgrace dedicato a un amico di scuola con problemi psichici e a And winter is coming quasi una favola a fumetti in cui i pinguini hanno finalmente imparato a volare. Letač è anche autore di numerose brevi strisce fra cui When I was a solider e How to destroy Aleksandar Zograf in cui immagina un corpo militare speciale agli ordini del presidente degli Stati Uniti d'America, Bill Clinton, con l'incarico di andare a Pancevo per fermare l'attività di Zograf e del gruppo Kuhinja in un'operazione segreta dal nome “Broken pencil”. Nel 2003 è ospite del festival di Toulouse in Francia “Du Monde aux Balkans”, l'anno dopo al Festival “Tonto Comics” a Graz in Austria in rappresentanza della nuova scena serba. Negli stessi anni frequenta “GRRR!” il Festival internazionale di fumetto di Pancevo come artista e come membro del workshop Kuhinja e alla band musicale NUP; organizza “GRRR! Excursion”, una mostra collettiva di giovani disegnatori e alla terza edizione del Festival partecipa alla performance The dog who is angry with people. Insieme al gruppo Kuhinja è al BELEF Festival a Belgrado nel 2001 e nel 2002, mentre nel 2005 partecipa a EXIT#5 a Novi Sad. Per il gruppo NGO Alternative culture Club and Culture Center disegna gadget, t-shirt, flyer e poster.